Maxi controlli sulle strade bellunesi: alcol test da record

Weekend all’insegna della sicurezza stradale con posti di blocco e “precursore”, un etilometro lampo

Nel corso della nottata tra il 26 e 27 ottobre il nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Belluno unitamente a personale della polizia locale ha proceduto ad un controllo straordinario del territorio con 5 pattuglie sul territorio della città di Belluno finalizzato alla repressione della guida in stato di ebrezza. Tutti i guidatori che transitavano in quel momento sono stati sottoposti al controllo con precursore. Sono state sospese 10 patenti di coloro che avevano un tasso alcolemico superiore al consentito, elevate 9 ( tra cc e polizia municipale) contravvenzioni al codice della strada. Quattro di loro, tra i 40 e i 30 anni, avevano un tasso intorno ai 2 grammi per litro, quasi il quadruplo del consentito.

Gli automobilisti  transitavano lungo un percorso obbligato e tutti i conducenti venivano controllati con il precursore – (sistema speditivo che in pochi secondi , con un breve soffio, consente di accertare la presenza di alcool nel guidatore attraverso una lucetta verde- arancione rossa- in caso di accensione di una delle ultime due si procede alla verifica con l’etilometro ) e solo i positivi sottoposti a controllo più accurato per verificare se la presenza di alcool nel fiato fosse superiore a quella consentita. Quando veniva trovato un soggetto positivo si sospendeva l’uso del precursore, anche per non creare code troppo lunghe sulla statale