In 13 mila alla Venice Marathon: grande festa con podio africano

Etiopia e Kenya conquistano sia il podio maschile, che quello femminile: i primi tre atleti maschi tagliano il nastro a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro, con un tempo che varia tra le 2 ore e 10 e le 2 ore e 11 minuti

Questa volta hanno trovato condizioni meteo favorevoli gli oltre 13mila atleti che hanno partecipato alla 34. VeniceMarathon. Il bel tempo ha favorito la percorrenza del tracciato senza intoppi: per il secondo anno consecutivo la 42 chilometri ha fatto tappa per il Museo del Novecento di Mestre – M9 e la marea ha permesso anche il passaggio per Piazza San Marco a Venezia.

A dare il via alla 42 chilometri da Villa Pisani a Stra, c’era, in rappresentanza del Comune di Venezia, la consigliera Maika Canton. Si sono invece cimentati di persona nella 10 chilometri che partiva da Parco San Giuliano diversi rappresentanti dell’Amministrazione, tra cui la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, la vicesindaco Luciana Colle, gli assessori Paola Mar, Paolo Romor, Michele Zuin e Massimiliano De Martin, nonché la consigliera Deborah Onisto e la consigliera della Municipalità di Chirignago Zelarino, Luisa Rampazzo.

Etiopia e Kenya conquistano sia il podio maschile, che quello femminile: i primi tre atleti maschi tagliano il nastro a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro, con un tempo che varia tra le 2 ore e 10 e le 2 ore e 11 minuti; è maggiore, invece, il distacco tra le donne, che si distanziano di qualche minuto fra loro. La prima arriva poco meno di 19 minuti dopo il vincitore assoluto. A premiare gli atleti sul podio – allestito come sempre in Riva degli Schiavoni – c’era la consigliera comunale Barbara Casarin.

Classifica uomini:
1. Lencho Tesfaye Anbesa, Etiopia
2. Henry Kiprop, Kenya
3. Andrew Ben Kimtai, Kenya

Classifica donne:
1. Judith Korir, Kenya
2. Cynthia Jerop, Kenya
3. Meka Wake Washo, Etiopia