La fa prostituire e usa i soldi per giocare alle slot: arrestato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Peschiera del Garda, hanno arrestato D. I., cittadino rumeno, 33 anni, residente a Verona, per sfruttamento della prostituzione nei confronti di una sua connazionale. L’indagine era iniziata il 24 dicembre 2017 quando una ragazza aveva chiamato i militari chiedendo aiuto a seguito di un’aggressione. La donna ha poi ricostruito la dinamica: era stata malmenata da un suo conoscente per del denaro derivante dall’attività di prostituzione svolta anche dalla sorella.

Il giorno dopo però la sua versione era totalmente cambiata e non voleva più denunciare l’uomo. L’indagine è partita in ogni caso con controlli e pedinamenti che confermavano come l’arrestato avesse in controllo totale sulla donna e la sua attività. Inoltre è emerso che l’uomo, che per l’Inps era disoccupato, chiedesse continuamente soldi alla vittima per poi spenderli in sale slot.

Al momento della notifica dell’ordinanza, il 33enne si trovava già in carcere: da altre indagini era emerso che appartenesse ad un sodalizio criminale dedito, tra le altre cose, alla commissione di furti. Ora dovrà rispondere anche di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.