Umbria, Rizzotto (Zaia Presidente): «Sfratto al governo, ora l’Emilia»

«Complimenti al nuovo Presidente di Regione Donatella Tesei per una affermazione storica. Il risultato convalida l’avviso di sgombero per il Governo giallo-rosso. Il prossimo passo sarà il crollo del muro rosso in Emilia, e poi sarà rimozione coatta. Non siamo noi a chiederlo, ma i cittadini stessi». Con queste parole la Capogruppo in Consiglio regionale del Veneto Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) commenta il risultato delle elezioni regionali in Umbria «che hanno decretato una schiacciante vittoria per la candidata del centro-destra in quota Lega Donatella Tesei. Ci sono due segnali evidenti e concatenati – prosegue il comunicato della Rizzotto – il primo è il record di affluenza, con un aumento significativo rispetto a cinque anni fa. E il 40% della Lega, che ha portato al trionfo al centrodestra, una sola voce per liberarsi dalla morsa soffocante della vecchia amministrazione».

«È lo stesso risultato delle elezioni politiche prima, poi di quelle europee, riproposto in chiave regionale. La gente non voleva prima e non vuole oggi il PD al governo e soprattutto anche i 5 Stelle stanno perdendo tutti i loro elettori per strada. Ieri è toccato all’Umbria – conclude la Capogruppo Rizzotto – domani toccherà all’Emilia-Romagna capitolare. Se non vogliono mollare il palazzo, vorrà dire che, vittoria dopo vittoria, lo stringeremo d’assedio».

(Ph. Facebook – Silvia Rizzotto)