Umbria, Marcato (Lega): «Grillini addio, Conte dimettiti»

L’assessore regionale: «Chissà per quanto i 5stelle e il Pd potranno rimanere arroccati nel loro fortino mentre il mondo fuori va da tutt’altra parte»

«Grillini addio». Questo è il primo di numerosi post pubblicati dall’assessore regionale leghista Roberto Marcato sulle elezioni che si sono svolte in Umbria e che hanno portato alla vittoria schiacciante della Lega con l’elezione a presidente della candidata del Carroccio Donatella Tesei. «È del tutto evidente che i 5stelle e il Pd non potranno rimanere arroccati a lungo nel loro fortino mentre il mondo fuori va da tutt’altra parte – continua Marcato -. Non ci si puó aggrappare semplicisticamente al concetto di democrazia parlamentare perché questo vale quando c’è continuità governativa e quando la differenza tra i numeri espressi in parlamento e la volontà del Popolo si discosta di poco. In una democrazia come la nostra, proprio perché parlamentare è giusto che nelle due camere siano rappresentati i numeri del consenso reale del Paese».

L’assessore regionale si rivolge poi al presidente Giuseppe Conte: «Sicuro che rispondere ad una sonoro bocciatura del suo governo con le battutine sia rispettoso del popolo che lei dovrebbe rappresentare? E se le elezioni in Umbria non sono un test nazionale perchè parlano tutti i leader nazionali? A questo punto le dimissioni sarebbero la più alta forma di rispetto delle istituzioni e dei cittadini che lui stesso è chiamato a rappresentare».