Operato per un’ernia, resta paralizzato: 5 medici indagati

Doveva essere un semplice intervento di routine per togliere un’ernia, invece un 39enne veronese si è ritrovato paralizzato. E’ successo il 6 marzo 2018, giorno in cui l’uomo si è recato all’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar per quell’operazione che doveva finalmente liberarlo dal mal di schiena che lo tormentava.

Ad oggi il veronese si trova in sedia a rotelle, non può più camminare da solo e ha dovuto lasciare il suo lavoro da giardiniere. Ieri il tribunale di Verona ha nominato un pool di esperti che dovranno fare luce sulla vicenda e stabilire se si è trattato di una tragica fatalità oppure se ci sia una responsabilità umana. Al momento sono 5 i medici indagati.