A novembre arriva il vero autunno: nuvoloso e temperature giù

Fino alla mattina di giovedì la regione sarà interessata da correnti umide da nord-ovest in quota, che renderanno il cielo spesso molto nuvoloso, ma senza precipitazioni significative; poi fino alla prima parte di sabato, grazie ad una temporanea rimonta anticiclonica, si avrà una fase con minore nuvolosità. Dal pomeriggio/sera di sabato correnti sud-occidentali cicloniche associate ad una saccatura atlantica porteranno un aumento della nuvolosità e della probabilità di precipitazioni. Vediamo nel dettaglio le previsioni Arpav per i prossimi giorni.

Giovedì 31. Inizialmente nuvoloso o molto nuvoloso, con diradamento della nuvolosità nel corso della giornata fino a cielo poco o parzialmente nuvoloso tra il pomeriggio e la sera. Precipitazioni. In prevalenza assenti; solo sulle Dolomiti fino al primo mattino probabilità bassa (5-25%), per precipitazioni locali e modeste con limite delle dobolissime nevicate a circa 2000 metri. Temperature. In calo, localmente anche marcato nei valori minimi, che saranno raggiunti in serata. Venti. In montagna deboli, a tratti moderati, dai quadranti settentrionali in alta quota. Sulla pianura da nord-est: sulle zone interne moderati nella prima parte della giornata, deboli/moderati in seguito; lungo la costa in prevalenza moderati/tesi.

Venerdì 1. Cielo sereno o poco nuvoloso; nuvolosità alta in aumento in serata. Precipitazioni. Assenti. Temperature. Minime in diminuzione, massime senza notevoli variazioni o in leggero aumento sulle zone montane e sulla pianura sud-occidentale. Venti. In quota inizialmente deboli settentrionali, poi in intensificazione e rotazione fino a risultare moderati sud-occidentali nella seconda parte della giornata. Nelle valli deboli variabili. In pianura nord-orientali: nella prima parte della giornata moderati, anche tesi lungo la costa; dalle ore centrali in prevalenza deboli.

Sabato 2. Nuvolosità in aumento fino a cielo molto nuvoloso o coperto nel pomeriggio/sera, quando saranno probabili delle precipitazioni a partire dalle zone sud-occidentali. Temperature stazionarie o in locale variazione con tendenza all’aumento delle minime in montagna e alla diminuzione delle massime. A fine giornata rinforzo dei venti da sud in alta quota e sul mare e da nord-est in pianura.

Domenica 3. Cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto, salvo temporanee parziali schiarite in mattinata. Precipitazioni diffuse, probabilmente più frequenti e significative tra la notte ed il primo mattino e nel corso del pomeriggio. Temperature in aumento in pianura, senza notevoli variazioni sulle zone montane. Venti tesi/forti meridionali in quota.