Porta bimbo a scuola e scompare: la cercano sottoterra

Non c’è ottimismo nelle ricerche di Samira El Attar, 43 anni, scomparsa da Monselice, Padova, una settimana fa

C’è la redazione di Chi l’ha visto ma, soprattutto, i Ris di Parma sulla scomparsa di Samira El Attar, marocchina 43enne, svanita nel nulla il 23, da Stanghella, Monselice, Padova.

La donna lavora in Italia da molti anni come badante, con il marito e la figlia di quattro anni. La mattina di lunedì 23 ottobre, verso le 8.45 è uscita con la bicicletta per portare la bambina all’asilo. Più tardi, una sua vicina la incontra e le regala una borsa con degli abiti per la piccola. Samira rientra a casa, lascia questa borsa e si allontana con la bicicletta. Da quel momento nessuno l’ha più vista. Ha con sè i documenti, il telefono cellulare, che risulta spento. La donna la mattina ha detto al marito che sarebbe andata a fare un colloquio di lavoro, senza però dire dove. La sua bicicletta è di colore bianco con seggiolino per bambini posteriore azzurro e poggiapiedi bianchi. Sul manubrio vi è una rete dove appoggiare le borse.

Non essendo arrivata nessuna segnalazione, sono partite le indagini dei carabinieri, che, ieri, hanno visto anche la collaborazione dei Ris di Parma. Sono stati prelevati campioni di dna nella casa della famigliola e sarebbero state smosse alcune zolle di terreno nelle aree circostanti. Del caso si è occupato questa sera la trasmissione Chi l’ha visto.