Treviso, il “Grande Fratello” elettronico in Loggia

Pugno duro della giunta Conte su sicurezza e decoro urbano: il monumento subito off-limits e a gennaio in arrivo telecamere e droni

Stop a bivacchi, giochi e perfino alle sigarette. L’amministrazione di Treviso ha emanato un nuovo regolamento per l’uso della Loggia, consono alla tutela del monumento medievale, e chi non lo rispetta dovrà pagare una multa da 50 a 500 euro. Per aiutare le forze dell’ordine a individuare i trasgressori, verranno installate delle videocamere di sorveglianza.

Non sarà solo la Loggia ad essere oggetto degli sguardi del “Grande Fratello“. La giunta Conte ha emanato una delibera che prevede l’installazione di 13 nuovi occhi elettronici, che vanno ad aggiungersi ai 140 già presenti nei punti nevralgici della città. I controlli diventeranno sempre più specifici ed accurati: particolare attenzione verrà dedicata ai pirati ecologici, sono specifiche microcamere nei cestini e nei luoghi dove gli abbandoni dei rifiuti sono più frequenti. E non mancherà una visuale dall’alto, grazie all’acquisto di droni.

(Ph Googlemaps)