Sboarina: «Ero allo stadio, nessun insulto razzista a Balotelli»

Le parole del sindaco dopo la sospensione per alcuni minuti di Hellas-Brescia

Il sindaco di Verona Federico Sboarina è intervenuto su quanto acuto durante Hellas-Brescia, quando l’arbitro ha sospeso la partita, dopo la protesta di Mario Balotelli, per insulti razzisti.

“Oggi allo stadio c’ero e non ho sentito alcun insulto razzista. E come me le molte altre persone che a fine partita mi hanno scritto e contattato. Ciò che ha fatto Balotelli è inspiegabile perché senza alcun motivo ha avviato una gogna mediatica su una tifoseria e una città – ha detto il sindaco – Condanno in maniera decisa ogni forma di razzismo, da perseguire senza mezzi termini termini. Ma sono altrettanto fermo contro coloro che strumentalmente costruiscono sul nulla una falsa immagine di Verona e dei veronesi. Questo è inaccettabile”.

(Ph Hellas Verona)