Veneto 2020: «Candidato di Forza Italia al posto di Zaia»

Il presidente uscente della Regione Veneto Luca Zaia(Lega) sembra già in vantaggio in vista delle elezioni dell’anno prossimo, alle quali si candiderà per un terzo mandato. Ma secondo il deputato Roberto Caon (Forza Italia) spetta a un forzista, nonostante l’esiguo numero di rappresentanti in Regione, il compito di guidare il centrodestra alle Regionali.

«Personalmente auspico, anzi, ritengo doveroso, che Forza Italia esprima una propria candidatura per il futuro governatore – afferma infatti Caon in un comunicato -. Lo so, sembra quasi una provocazione, alla luce dei sondaggi che ci danno tra il 5 e il 6%. Ma è proprio in momenti come questi che il centrodestra, se vuole tornare davvero unito, deve dimostrare spirito di coalizione. Ricordo il risultato della Lega alle Europee del 2015: 6,15% su base nazionale. Ciò non ha impedito, l’anno successivo, alla Lega di esprimere il suo candidato in Veneto, dopo averlo precedentemente espresso in Lombardia e Piemonte: si arrivava sempre da percentuali simili. La prossima tornata vedrà la Lega correre con il proprio candidato, sorretta dall’intero centrodestra, in Emilia Romagna, dopo aver conquistato l’Umbria».

«Ma c’è anche un altro motivo – prosegue Caon – un esponente di Forza Italia in Veneto è garanzia di sicura vittoria per la coalizione di centrodestra, nonché un’opportunità per ampliare la base elettorale dell’intera alleanza. Non solo, consentirebbe anche una sana discontinuità dopo dieci anni di “era Zaia”. La presidenza della Regione è l’unica carica di una certa importanza che non è sottoposta a un limite di mandati: laddove la legge non è esplicita, dovrebbe intervenire il buon senso, anche perché il popolo ha dimostrato di non sopportare a lungo monarchi a tempo indeterminato».

«I temi al centro del Veneto che verrà saranno ancora quelli dell’autonomia e lavoro. In entrambi i casi, Forza Italia ha dimostrato un curriculum all’altezza, proponendo per prima il quesito del referendum del 2017 e lavorando fianco a fianco a quel tessuto imprenditoriale diffuso che ha fatto la grandezza del nostro territorio. Lavoriamo insieme per un centrodestra plurale e inclusivo. Forza Italia – conclude Caon – torni a essere protagonista, a partire dal Veneto». (t.d.b.)

(Ph. Imagoeconomica)