Unesco, Colli Euganei e Valpolicella: iter al via

L’emendamento al Defr di Sinigaglia, Pd, è stato approvato

È solo l’inizio di un percorso, ma è senza dubbio un passo importante. Non posso che essere soddisfatto per l’approvazione del mio emendamento sulla promozione dell’area dei Colli Euganei e del Parco come Patrimonio mondiale Unesco”. È quanto afferma il consigliere del Partito Democratico Claudio Sinigaglia commentando il via libera dell’assemblea durante la lunga maratona del Defr alla possibilità di avviare l’iter sia per i Colli Euganei che per la Valpolicella.

“Mi sembra uno sbocco ‘naturale’ – continua l’esponente dem padovano – Dopo tutto la bellezza di questo territorio è stata celebrata sia dal Petrarca che dal Foscolo. Stiamo parlando di terme con tremila anni di storia, con circa 220 piscine naturali e 130 stabilimenti, una delle realtà più importanti a livello europeo. Ma non solo, visto che l’ottanta per cento dell’area è coltivata da secoli: la vite era già presente nell’Età del Ferro, l’olivo dall’epoca romana. Abbiamo quindi tantissimi prodotti tipici, dai vini come il Serprino al Fior d’Arancio fino al Cabernet Franc e Moscato, passando per le ciliegie, le giuggiole e i ‘Bisi’. A coronare il tutto, un paesaggio collinare magnifico. Per questo sono convinto che l’area dei Colli possa riuscire a raggiungere un traguardo così prestigioso come il riconoscimento Unesco, anche se siamo appena agli inizi”.

(Ph Euganeamente)