Monselice: minacciato da borseggiatore, vicesindaco spara in stazione

Protagonista l’agente della polizia locale Orfeo Dargenio, “numero due” di Solesino, il Comune con le Glock

Minuti di terrore, nel tardo pomeriggio di ieri in stazione a Monselice. Un agente della polizia locale ha sparato 5 colpi in aria dopo essere stato minacciato da un borseggiatore in fuga.

Cosa è successo

Secondo una prima ricostruzione, erano circa le 16 e 50 quando, in via Matteotti, un uomo ha strattonato violentemente una 77enne per rubarle la borsetta e si è dato alla fuga verso la stazione. La rapina è avvenuta sotto gli occhi di una pattuglia della polizia locale che si è messa all’inseguimento, prima in auto, poi a piedi. L’agente Orfeo Dargenio è riuscito a raggiungere il rapinatore che, secondo quanto riferito dallo stesso pubblico ufficiale, gli avrebbe puntato in faccia una pistola. Dargenio ha sfoderato a sua volta l’arma di ordinanza e ha sparato 5 colpi in aria. Il malvivente è fuggito attraversando i binari e si è dileguato per poi essere fermato in serata. Dargenio, oltre ad essere in servizio a Monselice, è vicesindaco di Solesino, il Comune noto alle cronache per aver acquistato delle pistole Glock per i propri agenti.