Discriminazione nel porno: la denuncia di Priscilla Salerno

La pornostar si è trovata le porte in faccia nei talk show per i contrasti con Rocco Siffredi e la pupilla Malena: “Lui maschilista, lei senza dignità”

Non solo calcio, non solo mass media e politica, anche nel porno ci sono le discriminazioni. Se ne fa bandiera Priscilla Salerno, pornostar campana da anni residente a Verona, che è entrata in contrasto con le stelle del settore, nel caso Rocco Siffredi e Malena, e per questo sarebbe esclusa dalle trasmissioni che contano.

 

“Dopo i centinaia di messaggi che mi sono arrivati in questo periodo da varie persone in cui mi viene chiesto come mai non partecipo ai talk show in cui si parla di trasgressione chiarisco una volta per tutte la mia posizione sugli “intoccabili” Rocco e Malena trattati dalla tv italiana come delle divinità” scrive in una nota.

“Malena senza dignità”

“Io e Malena ci siamo intraviste ad una fiera erotica e basta, non ci siamo mai presentate per questo non la giudico a livello umano ma mi permetto di giudicarla a livello lavorativo dato che io faccio la pornostar professionista da dieci anni e lei da l’altro ieri. Il porno che fa lei non è reale, è devastante, preoccupante, volgare, non insegna niente, mentre il porno che faccio io è femminista, è fatto sopratutto per il godimento della donna – ci spiega –  Chi lo dice che puoi diventare famosa ed avere successo solo se vieni battezzata artisticamente da Rocco? Io sono diventata famosa sia qui in Italia sia oltre oceano senza mai lavorare con lui, anzi dirò di più, non girerei mai con Rocco nemmeno per una cifra altissima, perché ho una dignità”.

“Rocco maschilista”

Molto più aspro il tono usato nel confronti del “Re”: “Rocco propone e fa un porno maschilista e sessista, molte attrici hard che hanno lavorato con lui non vogliono ribellarsi per paura di non lavorare più; lo descrivono come violento e dicono che non si preoccupa se la ragazza nel rapporto sia a suo agio e non provi dolore: per me è un ultra cinquantenne che vuole avere rapporti con ragazze giovani senza aver alcun rispetto di loro e del loro corpo – dice –  Una giovane ed emergente porno attrice mi ha raccontato che Rocco in una scena di rapporto anale è stato talmente violento ed irrispettoso da farle uscire sangue, la ragazza è rimasta traumatizzata e sotto choc. Io non capisco perché Rocco Siffredi e Malena vengano sempre invitati nei salotti televisivi quando si parla di trasgressione, e come mai venga loro concesso di dire tutto anche le cose più squallide e irrispettose senza essere mai ripresi, anzi venendo osannati! Non esistono solo loro due, esistono tanti altri protagonisti del porno rispettoso e di pari opportunità a cui non viene la data voce che meritano!”