Gentilini: «Salvini ha dittatura nel dna, sarebbe piaciuto al Duce»

Giancarlo Gentilini, ospite del programma Morning Show di Radio Cafè, ha rilasciato delle dichiarazioni destinate a far discutere. «La mia gioventù è stata fascista e non rimpiango e rinnego nulla, sarei un traditore».

L’ex sindaco-sceriffo di Treviso ha poi parlato anche di Matteo Salvini affermato che sarebbe piaciuto a Benito Mussolini: «Salvini ha nel dna un po’ di dittatura. Quando ha detto “votatemi io voglio i pieni poteri e non ho bisogno di nessuno” questa è una infarinatura del periodo della mia gioventù”».

(ph: imagoeconomica)