Trippe alla Vicentina: la ricetta

La trippa è uno di quei classici piatti poveri, cioè che hanno origine nelle cucine delle case contadine, quando si cercava di non buttar via niente e far di necessità virtù per quanto riguarda il cibo. Si realizza infatti con una parte del maiale che di solito si scarta, le cotiche. Ora però è un piatto molto apprezzato nei ristoranti, di cui esistono diverse versioni regionali, ma anche più locali. In Veneto infatti esiste sia una versione tipica di Vicenza, che di Treviso. Oggi parliamo della prima.

Ingredienti

700 grammi di trippa, 800 millilitri di brodo di carne, 150 grammi di cipolla, 150 grammi di carote, 120 grammi di sedano, 1 spicchio d’aglio, 4 cucchiai di passata di pomodoro, 1 bicchiere scarso di vino bianco, olio EVO, prezzemolo tritato, grana Padano grattugiato, sale e pepe.

Preparazione

Lavare la trippa e lessarla in acqua leggermente salata per circa 20 minuti. Una volta scolata e raffreddata tagliarla a striscioline. In caso di trippa surgelata e precotta questo passaggio si può evitare. In una pentola far soffriggere nell’olio la cipolla tritata e l’aglio. Aggiungere le carote ed il sedano tagliati a dadini e continuare a soffriggere a fiamma vivace per un paio di minuti. Unire quindi la trippa e farla rosolare velocemente. Insaporire con sale e pepe, bagnarla con il vino bianco e far evaporare. Aggiungere il brodo fino a coprire le trippe, unire la passata di pomodoro, l’alloro, una manciata di prezzemolo tritato e portare il tutto a ebollizione.

Poi far cuocere le trippe coperte per circa un’ora, mescolando spesso ed unendo ulteriore brodo se si dovessero asciugare troppo. Le trippe sono da considerarsi pronte quando saranno belle tenere. Servirle con abbondante grana padano grattugiato.

(Fonte: Subitoricette.it)

(Ph. Facebook – Osteria alle Botti)