Cipriani: «Conte a Venezia? Mi fa ridere. Tante parole, zero fatti»

Arrigo Cipriani, fondatore dell’Harry’s Bar, commenta la drammatica situazione vissuta da Venezia nelle ultime ore. «Tante parole e niente fatti. Questo governo, Conte, come i governi precedenti non hanno fatto nulla, proprio nulla per Venezia. Il Mose, opera folle e la più grande ruberia degli ultimi 50 anni in Italia, non è stato messo in funzione per colpa loro, per colpa dei governi precedenti e di quello attuale. Andava nominato il direttore delle opere pubbliche, che è andato in pensione, invece non è stato nominato e si è fermato tutto. Il Mose è pronto, mancano le prove e non le hanno fatte, mentre se le avessero fatte e l’opera fosse stata in funzione tutto questo non sarebbe accaduto. A me fa ridere che venga Conte a Venezia, la presenza non serve a niente, vogliamo fatti. Viene a rendersi conto dei danni, quali? Quelli che hanno fatto loro. Lui è lì da quanto? Un anno, e non ha fatto niente: non è stato fatto nulla, proprio nulla per Venezia».

Cipriani ha concluso parlando dei danni subiti dall’Harry’s Bar: «Sì, siamo sott’acqua, siamo allagati ma siamo anche preparati tanto che non abbiamo chiuso. A Venezia sempre l’acqua sale e scende ma siamo abituati e preparati certo poi ci sono eventi eccezionali, ma non abbiamo subito grandi danni. Le immagini trasmesse in tv sono certamente insolite, ma è anche che le imbarcazioni forse non sono state messe sufficientemente in sicurezza».

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)