Berlusconi, il Cavaliere con gli stivali a Venezia: «Finire subito Mose»

«E’ vero che c’è stata un’inchiesta giudiziaria che ha svelato un sistema di tangenti e corruzioni che ha provocato ritardi ma oggi questo è alle spalle. Brugnaro? Mi auguro sia il mio successore»

«Venezia deve essere aiutata subito. Ho presentato una interrogazione al Parlamento europeo per chiedere che la città e i Comuni limitrofi colpiti possano accedere ai finanziamenti del Fondo di solidarietà dell’Unione europea». Queste le parole su Twitter di Silvio Berlusconi che poco fa si è recato in città con il sindaco Brugnaro, il presidente Zaia e Renato Brunetta. «Il Mose deve essere realizzato, non manca praticamente nulla, bisogna farlo immediatamente – ha detto il Cavaliere in piazza San Marco -. Purtroppo finora ha giocato il comportamento dei signori dei Cinque Stelle soprattutto del precedente ministro delle Infrastrutture con la sua contrarietà di base contro qualsiasi opera pubblica».

«E’ vero, c’è stata anche l’inchiesta giudiziaria che ha svelato un sistema di tangenti e corruzioni che ha evidentemente provocato dei ritardi ma oggi questo è alle spalle – continua Berlusconi -. Oggi c’è soltanto una cosa: la volontà politica di continuare con i finanziamenti che mancano e due togliere di mezzo le difficoltà burocratiche».

Poi lancia la proposta di un intervento internazionale a favore di Venezia: «Io penso che se ci fosse una spesa di 200 milioni, tre quarti di queste spese potrebbero essere sostenuti dai singoli Stati, che poi si guarderebbero uno con l’altro per non fare brutta figura, e un quarto della spesa circa da privati. Però il grosso della spesa io credo debba essere versato dei più grandi Stati del mondo. Anch’io come imprenditore ho intenzione di contribuire, ci sto pensando».

In ogni caso, sottolinea il Cavaliere, «credo che per tutti cittadini di Venezia ci debba essere dal governo una rassicurazione precisa sulla volontà di portare a termine i lavori con la velocità maggiore possibile affinché questa struttura possa essere messa in funzione quando succedono eventi come quello dell’altra sera che spingono l’acqua ad alzarsi e a provocare danni di cui ci sono le tracce molto evidenti oggi».

Infine Berlusconi lancia Brugnaro come suo successore: «Ho visto in lui una visione che guarda molto lontano che pensa non solo a Venezia e al Veneto, ma che si estende all’Italia e pensa agli italiani che amano la libertà e vogliono restare. Lo invito anche pubblicamente a proseguire in questi suoi sguardi sulla situazione italiana che ha bisogno di interventi di forze giovani, nuove, capaci, di gente che abbia studiato, lavorato che abbia esperienza e che sottragga il nostro Paese alla guida di chi è certamente non capace. Mi auguro che sia il mio successore perchè è un imprenditore, è il sindaco di una città bellissima come Venezia ed è un uomo di sport che ha portato la sua squadra di basket, la Reyer, ai vertici».

Fonte: Adnkronos