Venezia, Accorsi non ferma le riprese. Critiche sui social: «Sciacallo»

La troupe cacciata da piazza San Marco. Brugnaro: «Non c’è di peggio che la speculazione in questi momenti»

Stefano Accorsi accusato di sciacallaggio sui social. L’attore e regista, nonostante la situazione drammatica in cui versa Venezia da giorni, ha documentato sui social la difficile condizione del capoluogo ma alcuni follower ha sostenuto che in simili frangenti ci si dovrebbe fermare con le riprese. Accorsi si è difeso: «Stiamo girando a Venezia dal 4 novembre e continueremo fino al 12 dicembre. Non stiamo facendo nessuno sciacallaggio, semplicemente non potevamo immaginare una situazione simile».

L’attore non ha nessuna intenzione di fermarsi: «Come ho già scritto essere qui in questi giorni è stato impressionante e angosciante. Stiamo semplicemente portando a termine un lavoro che era già previsto, cerchiamo di fare come tutti qui: andare avanti. Cosa dovremmo fare? Smettere di girare? E i negozianti cosa dovrebbero fare? Non aprire più i loro negozi? Ognuno qui sta lottando per fare il proprio lavoro», ha concluso.

Secondo quanto riporta Repubblica, la troupe sarebbe stata allontanata da piazza San Marco. Il sindaco Luigi Brugnaro ha attaccato: «C’è poi anche qualcuno che vorrebbe girare un film, li abbiamo mandati via, anche questi. Poi non c’è di peggio che la speculazione in questi momenti».

Tags: ,