«Post contro Venezia: ispezione a docente Università Ferrara»

«Le scuole e le università, così come i migliaia di docenti che vi insegnano, sono, per i nostri ragazzi, l’avamposto dell’educazione alla civiltà e al rispetto; è grazie agli insegnanti che gli studenti possono comprendere e assimilare le basi per relazioni solidali e civili. Chiediamo che il Ministro all’Istruzione avvii immediatamente un’ispezione per chiarire la vicenda, valutando attentamente se il tenore delle affermazioni usato dal signor Giandomenico Franz siano coerenti con il ruolo di docente universitario. E consideri di prendere provvedimenti». Così Silvia Rizzotto (in foto), Capogruppo di “Zaia Presidente” in Consiglio regionale del Veneto, commenta in una nota il post, poi rimosso, del professore di Economia dell’Università di Ferrara, dopo il disastro dell’alluvione a Venezia.

La Rizzotto manifesta la propria «rabbia per le parole usate sui social da un docente di Economia dell’Università di Ferrara, frasi contro i veneti afflitti dal flagello del maltempo, che poco hanno di solidarietà e vicinanza. Da giorni leggiamo sui canali social offese discriminatorie e sfoghi di rabbia repressa contro il popolo veneto e Venezia in particolare, appena colpiti da alluvioni, inondazioni e maltempo. Magari si tratta di gente invidiosa e insoddisfatta della propria vita che vede negli insulti al nostro Popolo il massimo punto di arrivo della propria intelligenza. Ho letto proprio ieri che girano post, scritti senza né arte né parte, nei quali si invita a non contribuire negli aiuti verso Venezia, con motivazioni, le più disparate. Quando tali messaggi nefasti e diseducativi prendono forma grazie alla mano di un docente universitario dobbiamo fermarci tutti e riflettere, preoccupati, di quali conseguenze culturali e formative potranno avere sui nostri giovani studenti».

«Si sente spesso affermare come la laurea, ancorché segno di studio e sacrificio, non possa descrivere le qualità di un uomo. E in effetti, con le affermazioni del “docente” ne abbiamo la ennesima riprova. Noi però in Veneto siamo stanchi di gente così – conclude la Capogruppo Rizzotto – e soprattutto in questo caso, da Consigliere regionale che rappresenta il Popolo Veneto, mi aspetto che il Ministro voglia cogliere l’opportunità di dimostrare la sua competenza». (t.d.b.)

(Ph. Facebook – Silvia Rizzotto)