Galan condannato: dovrà risarcire la regione Veneto

Secondo la Corte dei Conti ha dirottato i fondi destinati al disinquinamento e alla salvaguardia di Venezia alla ristrutturazione di beni del Patriarcato

Giancarlo Galan è stato condannato dalla Corte dei Conti a risarcire la regione Veneto con 764.400 euro. Come spiega il Gazzettino, l’ex governatore avrebbe dirottato alla ristrutturazione di beni del Patriarcato i fondi in realtà destinati dalla Legge Speciale per Venezia al disinquinamento e alla salvaguardia della laguna. 26 milioni che sarebbero stati destinati alla Diocesi per le ristrutturazioni del Marcianum alla Salute e alla Comunità ebraica. «Una condotta gravissima ed inescusabile» si legge nelle motivazioni della sentenza.

Assolto invece per l’ex assessore Renato Chisso (la procura contabile aveva chiesto una condanna per 509 mila euro). Mentre Galan è «il proponente della deliberazione» per Chisso «l’unica condotta rimproverabile, al pari degli altri assessori, è quella di aver contribuito con il proprio voto all’approvazione della deliberazione».

(ph: imagoeconomica)

Tags: