Pentito rivela: «Messina Denaro nascosto in una cantina in Veneto»

Ricercato in tutta Italia dal 1993, avrebbe soggiornato nel Trevigiano. Dichiarazioni choc che gli inquirenti stanno verificando

Bomba sul Veneto dopo la rivelazione del pentito di mafia e collaboratore di giustizia Emanuele Merenda che ha raccontato come nel 2014 Matteo Messina Denaro, il capo dei capi che ha soppiantato Totò Riina, sia stato ospitato da Vincenzo Centineo, palermitano residente da 30 anni a Salgareda, in provincia di Treviso.

Secondo quanto riportato da diverse testate giornalistiche, mentre le forze dell’ordine lo cercavano in tutto il Paese quindi, Merenda, che è ricercato dal 1993, sarebbe stato nascosto e tranquillo per qualche giorno in una cantina «di un edificio di colore giallo» nelle campagne trevigiane. Le dichiarazioni sono tutte da verificare e gli inquirenti e il prefetto chiedono prudenza e di attendere la fine delle indagini.

Tags: ,