Liposuzione: l’iter da seguire e le migliori tecniche

Decidere di sottoporsi a un intervento di liposuzione non è semplice come bere un bicchier d’acqua. C’è un iter ben preciso da seguire, che deve tenere conto di vari aspetti e in primis del benessere psicologico della persona. Prima di arrivare al fatidico giorno ed entrare in sala operatoria per procedere con la liposuzione, saranno eseguiti infatti approfonditi esami. A cominciare naturalmente dalle analisi del sangue, proseguendo con la valutazione puntuale in merito al grado specifico di elasticità della pelle (elemento che potrà influire sul risultato finale) oltre alla precisa individuazione degli accumuli di grasso da eliminare. Naturalmente lo stato di salute della paziente sarà messo al primo posto, sia per quanto riguarda l’aspetto fisico che quello psicologico. La trasparenza risulterà poi essenziale per preparare la persona al meglio all’operazione: i dettagli di quest’ultima verranno esplorati e indagati assieme agli specialisti. Sarà così molto chiaro quale area del corpo subirà l’operazione e in cosa consisterà, quale sia la metodologia più adatta alla quale ricorrere nel caso specifico e come comportarsi nella fase post operatoria. Importante anche capire quali possono essere i rischi della liposuzione, per avere un quadro completo. Senza dimenticare che i risultati che si andranno a raggiungere dovranno essere poi mantenuti autonomamente, con costanza nell’attività fisica e facendo attenzione sul piano alimentare. Tra i consigli da seguire per arrivare al meglio al giorno dell’operazione, senza dubbio è possibile indicare lo stop al fumo (la nicotina va a interferire con la circolazione e può causare un abbassamento di elasticità nei tessuti) e all’assunzione di determinati farmaci, secondo quelle che saranno le precise indicazioni del medico.

L’operazione e la fase successiva

Una volta che sarà arrivato il giorno dell’operazione chirurgica, verranno disegnati con una speciale penna dei cerchi sulle aree ‘bersaglio’. E’ qui che si concentrerà l’intervento, per andare a eliminare le adiposità. Secondo i dettami di quello che è il metodo tradizionale (che esiste e viene praticato da 30 anni), si procede utilizzando delle cannule: queste sono connesse mediante un tubo flessibile a un sistema che va a creare una situazione di vuoto pneumatico. E’ attraverso di esse che si procede a questo punto con l’aspirazione dell’adipe. L’anestesia potrà essere, a seconda dei casi specifici, locale oppure generale: di solito per questo tipo di intervento i tempi di realizzazione oscillano tra una e quattro ore. Si tratta di un elemento variabile, a seconda innanzitutto della quantità di grasso che deve essere eliminato ma anche della tipologia di tecnica scelta per la rimozione. Per quanto riguarda la fase successiva a quella che abbiamo appena esaminato, occorre sottolineare quanto la degenza post operatoria sia importante per un risultato ottimale. In questa fase, tra i rischi connessi all’intervento chirurgico di liposuzione e da scongiurare ci sono senza dubbio sia le possibili infezioni che il sanguinamento. C’è l’occasione per ribadire l’importanza di affidarsi per operazioni tanto delicate solo ed esclusivamente ai migliori specialisti: in gioco c’è la salute. Prezzi troppo bassi o strutture come ambulatori e centri estetici non rappresentano insomma indizi di qualità e sono anzi sconsigliati.

Tags: