Montebello (Vicenza), aperto bacino anti-alluvioni

La Regione ha disposto, nel tardo pomeriggio di ieri, l’apertura del bacino di laminazione di Montebello (Vicenza). Ne dà notizia lo stesso assessore regionale all’ambiente e difesa del suolo Gianpaolo Bottacin (in foto) in una nota. «La decisione è stata presa a scopo precauzionale, visto il livello che era stato raggiunto dal Guà – spiega l’assessore regionale – ricordiamo che il bacino di laminazione di Montebello, nel vicentino, risale al 1926 ed è l’ultima grande opera idraulica realizzata in Veneto prima del 2010, anno in cui, con l’avvento della giunta Zaia, si è dato avvio alla realizzazione di numerosi bacini di laminazione per scongiurare esondazioni dei fiumi».

«I bacini di laminazione – spiega Bottacin nella nota – consentono di invasare acqua in maniera controllata in aree non urbanizzate e che normalmente sono destinate a uso agricolo. Questo solo quando i corsi d’acqua raggiungono livelli preoccupanti. L’attivazione del bacino di Montebello dimostra, ancora una volta, la necessità di realizzare queste opere senza se e senza ma». (t.d.b.)

Tags: