Dopo un weekend di alluvioni sembra primavera: cosa succederà nei prossimi giorni

Si registrano temperature sui 20 gradi in tutto il Veneto. Ma non durerà

Dopo un weekend di maltempo con pioggia torrenziale e alluvioni, oggi sembra scoppiata la primavera con sole e temperature sui 20 gradi in tutto il Veneto. Ma cosa succederà nei prossimi giorni? Vediamo le previsioni Arpav. Fino a martedì alta pressione, le caratteristiche meteorologiche salienti saranno la diminuzione delle temperature notturne verso valori più in linea con la norma ed il ritorno delle nebbie sulla pianura. Mercoledì precipitazioni per l’avvicinamento da nord-ovest di una bassa pressione attualmente sull’Oceano Atlantico. Tra giovedì e venerdì circolazione senza nette componenti cicloniche o anticicloniche, ci sarà variabilità senza precipitazioni e con temperature non troppo distanti dalla media.

Martedì 26. Nella prima metà di giornata cielo da sereno a poco nuvoloso, dal pomeriggio alternanza di nuvole e rasserenamenti; nebbie diffuse a sud dell’asse Verona-Treviso e locali sul resto della pianura e nelle valli prealpine fino all’alba, in dissolvimento nel corso della mattinata e in nuova formazione di sera. Precipitazioni. Assenti. Temperature. Più basse anche sensibilmente rispetto a lunedì; valori sopra la media, sui monti anche di molto. Venti. Deboli; sulla pianura da nord-est, nelle valli con direzione variabile, in alta montagna da sud-ovest.

Mercoledì 27. Cielo molto nuvoloso o coperto; nebbie diffuse a sud dell’asse Verona-Treviso e locali sul resto della pianura fino all’alba, in dissolvimento nel corso della mattinata e localmente in nuova formazione di sera. Precipitazioni. Fino all’alba assenti. Al mattino probabilità in aumento fino a medio-bassa (25-50%) sulla pianura e medio-alta (50-75%) sui monti; saranno modeste, discontinue, fino a sparse sulla pianura e diffuse sui monti, con quota neve a 1300/1700 m. Dal pomeriggio andando dalla pianura meridionale alle zone pedemontane e montane probabilità da medio-alta (50-75%) ad alta (75-100%); saranno da modeste/discontinue a moderate/frequenti andando da sud a nord, estese, con quota neve a 1300/1500 m sulle Prealpi e 1200/1400 m sulle Dolomiti.
Temperature. Rispetto a martedì nelle ore notturne saranno più alte e nelle ore diurne più basse anche sensibilmente. Venti. Sulla pianura fino al primo mattino deboli, poi moderati e su costa e zone limitrofe anche tesi; proverranno da sud-est, ma andando dalla costa alla pedemontana tenderanno a disporsi da nord-est. Nelle valli deboli con direzione variabile. In alta montagna deboli da sud-ovest.

Giovedì 28. Alternanza di nuvole e rasserenamenti. Su costa e zone limitrofe alcune piogge nella prima metà di giornata. Sulla pianura varie nebbie fino all’alba, in dissolvimento al mattino ed in nuova formazione di sera. Temperature con andamento irregolare.

Venerdì 29. Alternanza di nuvole e rasserenamenti senza precipitazioni e sulla pianura con varie nebbie fino all’alba, in dissolvimento al mattino ed in nuova formazione di sera. Temperature in calo.

(ph: shutterstock)

Tags: