Notte in baito in solitaria: rischia l’assideramento

Protagonista un 20enne vicentino che aveva passato la notte all’Orsara. Nello scendere, gli scarponi si erano fatalmente bagnati

Questa mattina alle 8.30 il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato dai Carabinieri forestali di Roana, per un escursionista che non riusciva più a camminare a causa di un principio di congelamento ai piedi.

Il giovane, F.C., ventenne di Vicenza, era partito ieri dai Larici ed era salito al Baito dell’Orsara, dove aveva passato la notte. Scendendo di prima mattina verso Malga Meatta, i suoi scarponi leggeri si erano bagnati nella neve e il ragazzo lamentava insensibilità ai piedi ghiacciati.

L’escursionista è stato raggiunto dai Carabinieri forestali – sul posto anche quelli di Asiago – che hanno iniziato a scendere con lui lentamente, mentre una squadra di soccorrirori andava loro incontro. Una volta a valle, in via precauzionale è stato accompagnato all’ospedale di Asiago.

Tags: ,