«Metà delle denunce di violenza sono false»: bufera su Furlanetto (FdI)

L’ex candidata sindaco ha chiarito su Facebook: «Nessuno sottovaluta e minimizza. Proprio per rispetto delle vittime è necessario anche condannare fermamente chi strumentalizza e falsamente accusa»

Stanno facendo scalpore le affermazioni di Giorgia Furlanetto, avvocato e consigliere comunale di Adria (FdI)  sabato scorso, durante un convegno sulla violenza sulle donne. «Il 50% delle denunce per violenza presentate da molte donne alle forze dell’ordine sono false – avrebbe dichiarato Furlanetto, aggiungendo – Non voglio minimizzare il problema della violenza, anzi il contrario. Le false denunce sono generate prevalentemente nel contesto delle controversie legali delle separazioni e usate come arma di ritorsione per ottenere benefici economici e l’affidamento dei figli. Un fenomeno che raggiunge proporzioni talmente macroscopiche da non poter più essere sottovalutato».

Dopo le molte critiche, Furlanetto ha deciso di chiarire con un post su Facebook: «Sia chiaro, nessuno sottovaluta le vittime di violenza e nessuno durante il convegno si è mai permesso di minimizzarne la portata devastante. Solamente chi è in malafede può additare Fratelli d’Italia di questo. L’evento, d’altronde, era dedicato, come chiariva bene il titolo, alla violenza sulle donne. Ma è proprio il rispetto nei confronti delle vittime, quelle vere, che è necessario anche condannare fermamente chi strumentalizza e falsamente accusa. Perchè chi inventa storie di violenza non solo nuoce l’ex coniuge o l’ex compagno, ma insulta chi le violenze le subisce davvero. E per rispetto nei confronti di quelle donne, io, da donna, mi indigno! E a poco serve che ci si stracci le vesti nell’organizzare flash mob con le scarpette rosse se non vi è neppure la capacità di comprendere che la difesa delle vittime passa anche attraverso la stigmatizzazione severa delle false accuse. Tanti sono i passi che devono essere fatti per offrire una reale e concreta protezione nei confronti delle vittime di violenza. Altrettanti passi devono essere fatti, in un paese civile, per tutelare le vittime delle false denunce. Se la vostra coscienza invece si accontenta di indossare unicamente un fiocchetto rosso, fate pure. Potete andarvene tranquillamente a dormire cullandovi nella vostra beata ipocrisia».

(ph: Facebook Fratelli d’Italia Adria)

Tags: ,