Vicenza, Andrea si laurea ad 80 anni

«Tre anni fa mi sono chiesto cosa volessi fare da grande. Ed eccomi qui»

L’ultimo ostacolo da superare è stato l’esame di inglese, passato brillantemente a settembre. E così lo scorso 19 novembre Andrea Cestonaro ha discusso con il professor Lorenzo Nechi la sua tesi incentrata sulla Cgil durante la fase del disarmo e, infine, ha indossato la corona d’allora del laureato in Scienze Politiche indirizzo di Storia Internazionale-governo delle amministrazioni con un ottimo voto: 102 su 110. Beh, nulla di strano o particolarmente eccezionale, si dirà. Se non fosse che il vicentino Andrea, ex segretario dello Spi Cgil di Vicenza, è un arzillo studente classe 1939 e quindi, alla veneranda età di 80 anni, ha tagliato un traguardo straordinario, raggiunto fra l’altro in tempi brevi e con ottimi voti.

«Sono felicissimo del risultato ottenuto – spiega ora il pensionato-neolaureato -. Per me è una soddisfazione immensa. Sono sempre stato un appassionato lettore di libri, saggi e anche documenti, dato che ho svolto attività politica costante. Quando ho finito la mia collaborazione con il sindacato, circa tre anni fa, mi sono chiesto cosa volessi fare da grande. E ho deciso appunto di laurearmi a Padova scegliendo una facoltà e un indirizzo che mi appassionano molto. Ho seguito tutti i corsi e non ho saltato una sessione d’esami».

Andrea Cestonaro si è diplomato nel ‘57 in radiotecnica con specializzazione in “televisione”. Ha fatto il militare come artigliere di montagna poi nel 1963 è entrato nel Pci dopo l’esperienza nella Figc, e vi è rimasto fino al 1967. Nel frattempo, ha coperto il ruolo di consigliere comunale prima a Schio, in seguito a Vicenza e infine è stato eletto consigliere provinciale del territorio berico. Per due mandati ha ricoperto anche il ruolo di presidente del Comitato provinciale dell’Inps. Dopo è iniziata l’esperienza sindacale nella Cgil e nello Spi dove per otto anni è stato segretario di Vicenza. A 76 anni ha terminato l’attività sindacale, pur restando sempre dentro il Sindacato dei pensionati della Cgil, e si è iscritto a Scienze Politiche.

«All’inizio – continua il neolaureato Cestonaro – gli studenti erano stupiti nel vedere un anziano fra i banchi della Facoltà. Poi abbiamo cominciato a socializzare e alla fine sono diventato amico degli studenti più curiosi e impegnati. Da loro ho ricevuto molto ma penso anche di aver dato qualcosa. Con i professori, poi, il feeling è stato da subito splendido. Sono tutti bravi, preparati e appassionati. Penso di averli sorpresi ogni tanto con i miei interventi durante le lezioni. Sono stati tre anni molto belli».

Tags: ,