«Sette sataniche, in Veneto almeno otto gruppi attivi»

A dirlo il coordinatore del gruppo di ricerca informazioni socio religiose, Bisetto: «Sappiamo della loro esistenza anche se non sappiamo esattamente dove si riuniscano»

Giuseppe Bisetto, coordinatore del gruppo di ricerca informazioni socio religiose (Gris) per il Triveneto parla delle possibili sette sataniche presenti in Veneto e lo fa partendo dal furto di ostie consacrate avvenuto nella chiesa di Sant’Andrea in Polesine e tuttora senza colpevoli. «Il furto di ostie consacrate da una chiesa può essere certo attuato da una setta satanica per le sue messe nere, ma bisogna averne le prove. E soprattutto, sapere che la setta satanica non è mai del luogo del furto. la regola vuole che la setta satanica incarichi dei ladri professionisti provenienti dall’Est, tipo Romania, che attuato il furto in una chiesa fuori regione. Ovviamente, i ladri devono portare la prova che quelle ostie sono consacrate e, non magari acquistate in un negozio di articoli religiosi. E la prova migliore è l’articolo di un giornale che pubblica la notizia del furto in chiesa».

«Noi come Gris abbiamo individuato sette-otto gruppi che operano in Veneto, sappiamo della loro esistenza, anche se non sappiamo esattamente dove si riuniscano – continua Bisetto -. Ve ne sono di completamente sconosciute e sette che invece si fanno conoscere, come il Circolo Charles Manson di Bassano del Grappa, o il Movimento OID, sigla che si legge al contrario del nome di Dio e che opera in Friuli, o quelle dei Figli delle Tenebre del padovano, o i Topi, Tempio della gioventù veronese, oltre ai Bambini di Satana con sede a Bologna, ma che ha molti adepti nel Triveneto. Non sappiamo ovviamente, se poi questi gruppi officiano vere e proprie messe nere, o meno».

Fonte: Adnkronos

Tags: