Salvati all’allevamento lager, cuccioli in attesa di adozione

Appello di Enpa Treviso che ha accolto i 50 cani sequestrati in un allevamento abusivo a San Zenone degli Ezzelini

Confiscato a San Zenone degli Ezzelini un allevamento abusivo di cani di razza e disposto il trasferimento di una cinquantina di animali al Rifugio Enpa di Ponzano. L’operazione è stata condotta grazie alla collaborazione dei Carabinieri Forestali della Stazione di Asolo – Monte Grappa e dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) di Ponzano Veneto .

La confisca è stata predisposta grazie all’azione del sindaco Fabio Marin: la struttura deteneva oltre 50 cani, condotta senza alcuna autorizzazione delle competenti autorità sanitarie comunali e del settore veterinario pubblico, che era risultata priva dei requisiti strutturali minimi previsti dall’attuale normativa.

I cani, circa 50, tutti di razza ( jack russel, husky, setter, bracchi, weimaraner, pastori belga,beagle, cocker spaniel) ora, come prevede la legge, passeranno sotto la responsabilità del Comune il quale, a sua volta, si è già attivato per il trasferimento temporaneo presso il canile dell’Enpa di Ponzano Veneto, e permettere che gli animali vengano affidati a nuovi proprietari, dopo le opportune visite veterinarie.

« Particolari ringraziamenti da parte di Enpa Treviso vanno al Sindaco Marin ed alla Forestale della stazione di Asolo, grazie a questa collaborazione seria ed attenta è stato possibile ottenere un grande risultato – scrivono sulla loro pagina Facebook –  Enpa Treviso aprirà i suoi cancelli ai cani sequestrati, vi aspettiamo tutti, venite per conoscerli, vederli ed adottarli!»

(Ph Cockerveneto.it)