In permesso per lavoro, ma era stato licenziato. Rapitore torna in carcere

Massimo Silvestrin era stato condannato per il tentato rapimento del figlio 14enne degli imprenditori Bassan-Bassetto

I carabinieri della Stazione di Noventa Vicentina, nel pomeriggio di ieri hanno arrestato, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Verona, Massimo Silvestrin, 45enne, domiciliato a Pojana Maggiore.

L’uomo, sottoposto alla misura della detenzione domiciliare per l’espiazione della pena di anni 7 di reclusione, perché ritenuto colpevole del tentativo di sequestro di persona a scopo di estorsione, il figlio 14enne della coppia di imprenditori Bassan-Bassetto, era stato autorizzato ad assentarsi per motivi di lavoro omettendo però, di comunicare all’Ufficio di Sorveglianza che, nelle settimane precedenti, era stato licenziato.

Tra l’altro, nel corso di un controllo in un locale della zona, i militari della Stazione di Noventa Vicentina sorprendevano l’uomo, in orario coincidente con l’attività lavorativa, in compagnia di una persona gravata da precedenti accertando che, nel frattempo, era stato licenziato da una ditta di Sarego.
Il suo comportamento pertanto veniva segnalato al Magistrato di Sorveglianza che, di conseguenza, disponeva il suo arresto ed il successivo accompagnamento presso il carcere di Vicenza.

Leggi altre notizie di CRONACA

Tags: ,