Da Treviso arriva la risposta alla banana di Cattelan

Nei giorni scorsi si è parlato molto dell’ultima provocazione dell’artista padovano Maurizio Cattelan, una banana appesa al muro. Un frutto costoso, 120 mila euro, ma non proibito, dato che un altro artista, David Datuna, ha voluto provocare il provocatore e se l’è mangiata. Speriamo che finisca qui e che non si arrivi ad emulare Manzoni.

Intanto dal Veneto è arrivata l’irriverente risposta di un «mona importante», il trevigiano Canal, all’installazione di Cattelan: «No banana, sì sopressa. Era più cool col salame ma ho rispettato la scelta dei miei followers – spiega il Canal -. Ovviamente la Sopressa piccola per questioni di peso …e poi, comunque, sempre meglio di una banana enorme no?». (t.d.b.)

(Ph. Facebook – Canal Il Canal)