Vicenza, nuova rotatoria alla Chinotto: «Blitz del leghista Celebron»

Interpellanza urgente dell’opposizione sul progetto della nuova infrastruttura: «Residenti non interpellati»

“Sospensione del progetto e immediato avvio di un percorso partecipativo”: è quanto chiedono a gran voce tutti e 12 i consiglieri di opposizione in Consiglio Comunale riguardo al progetto della nuova maxi rotatoria a Vicenza, in via Medici, quartiere San Bortolo, di fronte alla Caserma Chinotto.

Secondo il capogruppo di Da adesso in Poi Giovanni V Selmo, primo firmatario dell’interpellanza urgente presentata
all’Amministrazione, “è assolutamente necessario compiere un percorso partecipativo serio, al di là dell’opinione di ognuno e delle legittime scelte della maggioranza”. “Difatti” – sostiene Selmo – “tutti i punti a sostegno del progetto sono confusi e immotivati, ed i residenti, la parrocchia e i negozianti, in realtà, non sono stati assolutamente consultati”.

I dubbi riguardano anche le motivazioni addotte dall’assessore Celebron (“mettere in sicurezza il passaggio di pedoni e biciclette e creare nuovi posti auto”). “Al momento” ricorda infatti Selmo, “sono già presenti nei pressi dell’area verde, prossima alla distruzione, 8 posti auto, ed esiste già una pista ciclabile anche più sicura; inoltre sono stati recentemente rimossi i dossi e il progetto non tiene minimamente conto dei lavori alla ex Centrale del Latte (nuovo grande centro civico a pochi metri di distanza). Non vi è alcuna visione di insieme: come si può imporre un intervento del genere senza interpellare il quartiere? Esiste un assessorato alla partecipazione?”.

(Ph Googlemaps)

Tags: ,