Azzerati su Facebook, CasaPound vince causa contro Zuckerberg

Il giudice ordina la riattivazione immediata della pagina

CasaPound ha vinto la battaglia legale contro Facebook. Il Tribunale Civile di Roma ha accolto il ricorso presentato dall’associazione in seguito alla disattivazione della pagina ufficiale avvenuta il 9 settembre scorso. Lo scrive il Primato Nazionale riportando la sentenza a firma del giudice Stefania Carrisi dove si legge: «In conclusione il ricorso va accolto e va ordinato a Facebook l’immediata riattivazione della pagina dell’Associazione di Promozione Sociale CasaPound».

Inoltre il giudice ha ordinato la «riattivazione del profilo personale di Davide Di Stefano, quale amministratore della pagina. Fissa la penale di 800 euro per ogni giorni di violazione dell’ordine impartito, successivo alla conoscenza legale dello stesso. Condanna Facebook Ireland Limited alla rifusione delle spese di giudizio sostenute da Associazione di Promozione Sociale CasaPound Italia e Davide Di Stefano liquidate in complessivi 15 mila euro oltre a spese generali ed accessori come per legge».

Di Stefano ha commentato: «Il social di Zuckerberg non può fare il bello e il cattivo tempo. E’ una sentenza storica. E’ stato riaffermato il primato del diritto e della libertà di espressione. Elementi che vengono prima dei capricci di una multinazionale straniera».

(ph: imagoeconomica)

Tags: