“Animali in città”, Verona miglior capoluogo d’Italia

Per il secondo anno consecutivo il Comune si è contraddistinto per un’attenta gestione della spesa offrendo a minor costo un servizio di qualità

Modena, Prato e Verona sono i Comuni più virtuosi per la gestione degli animali che vivono nelle nostre città. Lo rileva l’ottava edizione del dossier Animali in città di Legambiente con un’indagine che analizza i dati forniti dalle amministrazioni comunali e dalle aziende sanitarie. Modena primeggia per l’insieme di regolamenti e ordinanze per la buona convivenza e per i relativi controlli sulla loro applicazione, Prato per l’organizzazione e i servizi offerti agli animali padronali o abbandonati, Verona per un’attenta gestione della spesa offrendo, a minor costo, un servizio di qualità. Le Ausl Toscana centro, Ausl Modena e Asl Napoli 1 Centro sono invece le aziende sanitarie con i servizi veterinari più efficienti.

Si tratta del secondo anno consecutivo in cui il Comune di Verona si aggiudica il premio nazionale “Animali in città” ottenendo il punteggio più alto tra i capoluoghi di grandi dimensioni (tra i 200 mila e i 500 mila abitanti), soprattutto grazie ai regolamenti e alle ordinanze a tutela del benessere degli animali che ha emanato e ai controlli che ha realizzato nel corso del 2019. «Questo premio conferma – ha detto il consigliere delegato per il Benessere e la Tutela degli animali Laura Bocchi – il grande lavoro che stiamo facendo e dimostra che, a parità di risorse, è importante avere una figura dedicata alla tutela degli animali perché ci permette di ottimizzare gli interventi e renderli più efficaci. Ad essere particolarmente apprezzati nella valutazione, sono stati i regolamenti che abbiamo adottato e, soprattutto, l’attenzione che abbiamo messo nell’applicarli».

(ph: shutterstock)

Tags: ,