Il Chievo perde con la Juve Stabia ma vince in solidarietà

Consegnati i 10mila euro raccolti dalla società per i veneziani danneggiati dall’Acqua Alta

La squadra Ac Chievo Verona ha donato 10mila euro alla Città di Venezia per far fronte ai danni subiti a seguito dell’acqua alta eccezionale dello scorso 12 novembre.

Ieri sera – venerdì 13 dicembre – il presidente della Commissione comunale allo Sport, Matteo Senno, si è recato allo stadio Bentegodi per ricevere ufficialmente la donazione, ricavata dall’incasso della scorsa sfida tra Chievo e Virtus Entella e da quello delle magliette utilizzate dai giocatori in quella partita messe all’asta.

“Un grazie di cuore per questo generoso gesto di solidarietà – ha dichiarato Senno -: sono orgoglioso di ricevere questo assegno, che ancora una volta dimostra quanto lo sport unisca i popoli e insegni a fare squadra.”

Alla cerimonia hanno presenziato anche Sergio Pellissier, responsabile area tecnica del Ac Chievo Verona, insieme a Corrado Di Taranto, direttore dello sviluppo organizzativo.

In seguito è andato in scena l’anticipo della 16a giornata di Serie B, con la squadra di casa superata dalla Juve Stabia per 3 a 2, nonostante il doppio vantaggio nel primo tempo.

Chievo – JuveStabia: 2-3

Marcatori: 25’ pt Rigione, 32’ pt Pucciarelli, 4’ st Addae, 30’ st Forte rig., 45’ st Forte rig.

A.C. ChievoVerona: Semper, Dickmann, Vaisanen, Rigione, Cotali; Segre, Obi (9’ pt Esposito), Di Noia; Pucciarelli (42’ st Rovaglia); Ceter (9’ pt Rodriguez), Meggiorini. A disposizione: Nardi, Pavoni, Frey, Leverbe, Colley, Brivio, Bertagnoli, Schafer, Pina Nunes. Allenatore: Michele Marcolini.

S.S. Juve Stabia: Russo, Troest, Vitiello, Ricci, Addae, Calò, Canotto (35’ st Rossi), Forte, Buchel (7’ st Mallamo), Mezavilla (17’ st Elia), Bifulco. A disposizione: Branduani, Del Sole, Germoni, Carlini, Fazio, Izco, Boateng, Melara, Di Gennaro. Allenatore: Fabio Caserta.

Arbitro: Sig. Antonio Di Martino di Teramo.

Ammoniti: Buchel, Ricci, Calò, Rodriguez, Vaisanen, Meggiorini, Mallamo, Forte
Recuperi: 3’ e 5’

Vai alla pagina dello SPORT