La duchessa dell’hard Luana Borgia: «Il mio sogno erotico? Del Debbio»

Luana Borgia, oggi splendida cougar cinquantenne tutt’ora in attività, originaria di Padova ma residente a Parma da qualche anno, ha circa cento film hard all’attivo, quattro Oscar europei del porno vinti e migliaia di spettacoli

La duchessa dell’hard Luana Borgia: “Io sono una pornostar e lo sarò per sempre, ma al contrario di quanto si possa pensare conduco una vita normale, senza eccessi e rigorosa, vado a letto presto e mi sveglio presto, la mia alimentazione è sana e faccio molto sport, palestra e cavallo, sono campionessa di dressage.”

L’eterea bellezza ed il fascino misterioso della pornostar più elegante della storia del porno italiano non sono stati scalfiti con il tempo, anzi si sono accentuati. Luana Borgia, oggi splendida cougar cinquantenne tutt’ora in attività, originaria di Padova ma residente a Parma da qualche anno, ha circa cento film hard all’attivo, quattro Oscar europei del porno vinti e migliaia di spettacoli hard calcando i più importanti palchi dei locali a luci rosse più importanti d’Italia.

La pornodiva di origini venete ama il sesso in tutte le sue forme, e confessa di essere molto trasgressiva a letto, ad esempio ama molto il sesso anale, spesso ingiustamente disdegnato dalle donne, e dice la sua sulla masturbazione femminile: “diffidate dalle donne che dicono di non toccarsi, lo fanno tutte, solo che si vergognano di dirlo, ma è una cosa naturale e fisiologica…lo faccio anch’io quando ho voglia, non capisco perché i maschi lo ammettano senza problemi mentre per molte donne è un ancora tabù. Io sono una delle poche eterosessuali rimaste, io amo l’uomo e mi fa sangue solo l’uomo, il lesbo l’ho fatto solo nei film e negli spettacoli ma nella vita privata non mi eccita per niente…il mio compagno sta settimane lontano da casa per lavoro quindi ci capita quando non possiamo fare sesso live di fare delle videochiamate e di fare sesso virtuale, e devo ammettere che è molto intrigante e divertente, quando invece è a casa lo porto spesso in locali per scambisti a giocare, sono stata io a trascinarlo lì ed è stata la sua prima volta in un club privè, era curioso ma rigido, l’ho convinto e da quella volta è una nostra tappa fissa ed immancabile!

E continua: “Una delle cose che mi dato più soddisfazione nella vita è stata quella di ospitare Padre Fedele Bisceglia (all’epoca anche mio confessore) all’interno del mio stand attorno al 94/95 alla fiera erotica di Bologna; con i proventi della vendita del mio calendario siamo riusciti a comprare un ambulanza da spedire in Africa per aiutare le persone povere”. Infine la wish List: “Nella vita ho avuto tutto: salute, fama, successo ma ho ancora tre sogni da realizzare: naufragare sull’Isola dei Famosi; essere la prima playmate in copertina su Playbloy a cinquant’anni; passare una notte infuocata con Paolo Del Debbio, un uomo che mi fa bagnare solo al pensiero…”.

Scopri altre notizie curiose