Oltre 2500 “ultimi” al pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio

Iniziative a Padova, Treviso, Conegliano, Mestre, Schio, Rovigo. Un invito per partecipare come volontari o donare un piccolo contributo

Anche quest’anno la Comunità di Sant’Egidio organizza il Pranzo di Natale per gli ‘ultimi’. “Natale si avvicina e,
anche quest’anno vogliamo che sia un giorno di pace per tutti, a cominciare dai più poveri: gli anziani soli, le famiglie in difficoltà, le persone che non hanno una casa. Sono i nostri amici di tutto l’anno, ma in questo giorno speciale ci sembra importante che sentano il calore di una famiglia. È anche un messaggio di solidarietà rivolto all’Italia perché le nostre città siano più umane e vivibili per tutti, a partire da chi ha più bisogno. Per questo lo prepariamo con grande cura: a Padova e in tutte le città dove è presente la Comunità si raccolgono regali, si addobbano i luoghi, si distribuiscono gli inviti”. E’ quanto sottolinea Mirko Sossai della Comunità di Sant’Egidio di Padova.

“Il 25 dicembre a Padova oltre 800 persone parteciperanno ai Pranzi di Natale con i poveri, amici della Comunità di Sant’Egidio durante tutto l’anno. Altre iniziative si svolgeranno nel Veneto: Treviso, Conegliano, Mestre, Schio, Rovigo. Anche a Padova, seguendo la tradizione di Roma e di altre città d’Italia e del mondo, il pranzo di Natale si terrà alle ore 13.00 all’interno della Chiesa dell’Immacolata, in via Belzoni, 71. E’ una scelta evangelica: negli occhi dei poveri riconosciamo gli occhi del bambino Gesù, nato povero in una mangiatoia perché non c’era posto nell’albergo – sottolinea – in tutto il Veneto contiamo di avere 2.500 persone. E per lanciamo un appello a chi vuole unirsi a noi come volontario per le feste”.

Un altro pranzo sarà presso la Basilica di Sant’Antonio, alla Sala dello studio teologico. È un luogo molto significativo ed è il segno che a Natale i poveri sono al centro, nel cuore di Padova. Il Pranzo di Natale è reso possibile grazie al sostegno e alla generosità dei frati minori conventuali del Santo. Il 25 dicembre si riunisce così una famiglia larga, raccolta dal Vangelo, in cui chi serve si confonde con chi è servito”, spiega il portavoce della Comunità. E, per la prima volta il pranzo di Natale si terrà anche nel popoloso quartiere dell’Arcella, presso il salone della SS. Trinità in via Bernardi.

L’invito è a unirsi alla Comunità, perché il Natale 2019 sia davvero l’inizio di un tempo nuovo per tanti. Tutti possono contribuire visitando la pagina natale.santegidio.org, aderendo, fino al 25 dicembre, alla campagna “A Natale aggiungi un posto a tavola” con un SMS (2 euro) o una chiamata da rete fissa (2 o 5 euro) al numero 45586, contattando Sant’Egidio al numero 340/1427440 oppure .

(Ph Sant’Egidio.org)