Sondaggio: un italiano su 4 è una sardina. «Vogliamo di più»

Nel giorno del primo “congresso”, all’insegna del «dialogo», il premier Conte giudica il movimento «bellissimo»

Dialogo. Per riassumere in una parola cosa è successo nel primo ‘congresso’ delle Sardine basta una parola. Che passa dall’ascolto, dall’empatia, dalla non violenza, dall’accettazione delle diversità. E da un obiettivo comune: tornare sui territori subito. Continuare a presentare un’alternativa alla bestia del sovranismo e alle facili promesse del pensiero semplice. Continueremo a difendere la complessità. E lo faremo in maniera semplice, gratuita, creativa. L’obiettivo delle persone che vedete in questa foto non è decidere o comandare. Ma coinvolgere. Se lo vorrete ci rivedremo presto. Basterà accettare ancora una volta l’invito. Basterà uscire dal mondo digitale. Basterà decidere chi volete ascoltare. Noi siamo qui. Ci saremo sempre. Non ci lasciate soli. Non ci lasciamo soli“.

Lo scrivono le ‘sardine’ sul proprio profilo facebook sintetizzando i contenuti del primo congresso che si è svolto stamattina a Roma, in uno stabile di via di Santa Croce di Gerusalemme per discutere gli obiettivi e i prossimi passi del movimento.

Il premier

Nelle sardine “vedo tanta voglia di partecipazione positiva. Vedere per strada gente che usa un linguaggio garbato e vuole partecipare, chiede di partecipare… è bellissimo”. Così il premier Giuseppe Conte, lasciando il Senato dopo il concerto di Natale.

Il sondaggio

“Non credo molto ai sondaggi, che è il motivo per cui siamo scesi in piazza a Bologna. Ma il nostro obiettivo è superiore a un italiano su quattro”. Lo dice uno dei volti delle Sardine, Mattia Santori, in un’intervista a ‘In mezz’ora in più’, rispondendo a chi gli chiede se sia consapevole che, stando ai sondaggi, è una sardina un italiano su 4.

(Ph 6000sardine facebook)

Tags: