«Intrecci bancari dal Veneto alla Sicilia, da Bari a Ferrara… fino a Roma»

Ugone di Noi che credevamo nella BPVi: «Il salvataggio della Popolare di Bari nelle mani di Mattarella, ex manager di Banca Nuova di Zonin e parente del Presidente»

«La Popolare di Bari ha aiutato in passato il sistema bancario a stare in piedi, acquisendo a prezzi esagerati l’abruzzese Tercas, con la benedizione di Banca d’Italia, analogamente a quanto fece Bpvi con altri istituti. Ci era stato assicurato che quanto accaduto in Veneto non si sarebbe più verificato. Invece siamo daccapo».

Luigi Ugone, leader di “Noi che credevamo nella Bpvi” ha pubblicato nella tarda serata di ieri due video sul crac della Popolare di Bari, evidenziando un link con Gianni Zonin, ex presidente dell’istituto vicentino, e anche con il Presidente Sergio Mattarella: il curatore fallimentare sarà infatti Bernardo Mattarella, ex consigliere delegato di Banca Nuova. Ugone conclude con un appello a al premier Giuseppe Conte e anche allo stesso Presidente affinché si attivino concretamente a tutela dei risparmiatori.

 


(Ph Imagoeconomica)

Tags: ,