Un milione di euro (intanto) per il campanile di San Marco

Il Consiglio Regionale lo stanzia per il parziale ristoro dei danni subiti dalla Basilica di San Marco dopo l’acqua granda di novembre

Il Consiglio Regionale del Veneto ha votato a maggioranza, senza voti contrari, (43 voti favorevoli e 3 astenuti), il Progetto di Legge della Giunta n. 482 “Contributo per interventi urgenti di riparazione di danni subiti dalla Basilica di San Marco“, che stanzia un milione di euro quale contributo straordinario alla Procuratoria di San Marco per l’esecuzione di interventi di riparazione dei danni subiti dalla Basilica in conseguenza degli eventi atmosferici del novembre 2019, con l’eccezionale alta marea che ha causato ferite ingenti a Venezia e alla Basilica di San Marco in particolare.

Il Relatore Nicola Finco (LN) ha ricordato come “Venezia ha sofferto molti danni per l”acqua granda’ di novembre, in particolare arrecati alla Basilica di San Marco. Durante la discussione del bilancio regionale, e dopo un colloquio con l’Assessore regionale competente Forcolin, è stato deciso di stanziare circa 1 milione di euro a favore della Procuratoria di San Marco, per tutelare la Basilica di San Marco, che rappresenta un patrimonio di tutta l’umanità, ma anche per dare un segnale importante di vicinanza alla città che ci ospita. Non ci dovrebbe essere nessuna strumentalizzazione politica nei confronti di un simbolo assoluto della nostra civiltà”.

Il Correlatore Simone Scarabel (M5S) nel sottolineare come “la Santa Sede può vantare un patrimonio immobiliare di prim’ordine e potrebbe quindi stanziare in autonomia le risorse per restaurare la Basilica”, avrebbe auspicato un “crowdfunding per San Marco, ovvero una pratica di micro finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. C’è comunque una parte di cittadini che non vede come prioritario stanziare un milione di euro di soldi pubblici per il restauro della Basilica, che è proprietà dello Stato Vaticano”.

Il provvedimento ha visto il convinto appoggio anche del Partito Democratico, sottolineato dagli interventi in aula del Capogruppo Fracasso e di Pigozzo e Salemi “per sostenere la Basilica di San Marco, un patrimonio assoluto dell’umanità, nonché un simbolo del Veneto nel mondo, che attira tantissimi turisti e assicura un indotto economico importante”.

Appoggio pieno anche da parte di Alberto Villanova a nome del Gruppo Zaia Presidente “San Marco è un simbolo per la cristianità”, Veneti Uniti, Siamo Veneto, Coordinamento Veneto 2020, dal consigliere Valdegamberi (Tzimbar Earde), da Stefano Casali a nome del Centro Destra Veneto, Massimo Giorgetti, Sergio Berlato (Fratelli d’Italia/MCR).

Tags: ,