Blitz contro i No Tav: arresti e perquisizioni anche a Vicenza e Padova

La Digos è entrata in azione alle prime ore del mattino a Torino, Modena e nel Nord Est. 14 misure cautelari

Blitz della polizia contro storici antagonisti torinesi e del nordest, impegnati nella battaglia contro il Tav.

Gli uomini della Digos stanno eseguendo una serie di misure cautelari nei confronti dei leader e di militanti del centro sociale Askatasuna e di esponenti di altri centri sociali di Modena, Vicenza e Padova. Le accuse ipotizzate nei confronti degli antagonisti sono, a vario titolo, resistenza aggravata a pubblico ufficiale, danneggiamento, travisamento, inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. L’indagine della Polizia, coordinata dalla procura di Torino, riguarda in particolare l’ala più oltranzista del movimento No Tav.

Sono 14 in totale le misure cautelari emesse dal gip e riguardano, oltre agli appartenenti allo storico centro sociale torinese, anche diversi esponenti del centro sociale Guernica di Modena e del centro sociale Bocciodromo di Vicenza. Gli uomini delle Digos di Torino, Padova, Modena e Vicenza stanno eseguendo anche 16 perquisizioni nei riguardi di altri antagonisti e di alcuni militanti di Askatasuna indagati nella stessa inchiesta. I dettagli dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa in programma alle 9,30 in questura a Torino.

(Ph Cronachedi.it)