Treviso, abbigliamento confiscato donato ai più poveri

Di solito viene distrutto ma le Fiamme Gialle hanno chiesto l’autorizzazione per devolverlo alle associazioni che assistono persone in difficoltà

La Guardia di Finanza di Treviso ha consegnato nei giorni scorsi alla Casa di Accoglienza Mater Dei di Vittorio Veneto e al Banco Solidale di Treviso un numero consistente di capi di abbigliamento confiscati. Si tratta, in particolare, di giubbotti, pantaloni e camicie sequestrati tempo fa dai Finanzieri della Compagnia di Conegliano per violazione delle leggi che tutelano i marchi, i brevetti e la sicurezza dei prodotti. Il materiale, definitivamente confiscato al termine degli accertamenti svolti, era destinato alla distruzione, ma le Fiamme Gialle hanno preferito richiedere all’Autorità Giudiziaria l’autorizzazione per devolverlo ad associazioni che si occupano dell’assistenza a persone in difficoltà, dopo avere opportunamente rimosso qualsiasi riferimento ai marchi contraffatti.

Gli articoli, pronti per l’utilizzo, sono stati così donati alle due associazioni trevigiane, per essere messi a disposizione di persone indigenti e bisognose. Vivo apprezzamento per la sensibilità e la vicinanza dimostrata dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso è stato espresso dai responsabili di tali Enti di solidarietà, che potranno subito utilizzare i capi di abbigliamento per i mesi invernali.

Fonte: Adnkronos

Tags: ,