Tradizioni venete: la Filastrocca di Natale veneziana

Tempo di Natale, di ritorni a casa, di mercatini, di recupero, in un certo senso, delle tradizioni. La seguente filastrocca, per esempio, è tipica della zona di Mestre e Venezia  e risale ai primi del Novecento.

Sant’Iseppo picciareo
cossa gavio so quel sesteo
gò na’ fassae un paneseo
par infasar Gesù beo
Gesù beo Gesù d’amore
par infasar Nostro Signore.
Nostro Signore no voI dota
ma voI un’ anema devota
un’anema de Dio
a Madonna gà partorio
partorio un bel bambino
Benedeti quei penini
che vien zo par quei scaini
ea mama i gà fati
el papà li gà creai.
Tre matine de digiun
e xe questa l’orazion
l’orazion dei cappuccini
buonanotte signorini.

Fonte Poesie report online