Mose, la domanda a Conte e a Costa: «Perchè non è stato attivato?»

Una sessantina di cittadini si sono rivolti al governo, inviando due lettere. L’ultima dopo l’alta marea della Vigilia, con il test abortito

«Anche se alcune volte perdiamo qualche battaglia avvisiamo tutti che noi non saremo mai domi e continueremo a difendere la nostra città con tutte le forze». Lo scrive su Facebook Sebastiano Costalonga, Lega e Ugl, a proposito della lotta, sua e di un’altra sessantina di cittadini, affinché il Mose entri finalmente in funzione.

Il gruppo ha già inviato due lettere al presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte e ai ministri dei Trasporti Paola De Micheli, dell’Ambiente Sergio Costa e della Cultura Dario Franceschin, una il 19 e la seconda il 24 dicembre, dopo il mancato test durante l’ultima acqua alta.

«Oggi, martedì 24 dicembre, il fenomeno dell’acqua alta si è ripetuto, mentre si rincorrevano voci incontrollate di un ordine di azionare le paratoie poi rientrato o, forse, mai partito. Voci e indiscrezioni contraddittorie che aggiungono preoccupazione a preoccupazione, angoscia ad angoscia -hanno scritto – In realtà le condizioni meteo marine di sostanziale calma di vento e di onda limitata erano ideali per quella sperimentazione che l’ultimo presidente del Provveditorato ai Lavori Pubblici (ex Magistrato alle Acque) aveva dichiarato come possibile e che noi vi avevamo sollecitato».

I firmatari, oltre a Costalonga anche Davide Scano e Sara Visman dei 5 Stelle, Ottavio Serena e Renzo Scarpa del Gruppo Misto, tra gli altri, si chiedono «perché non sia stata colta l’occasione per provare ad evitare o, almeno, a limitare l’ennesimo insulto ad una Città che è spossata e impossibilitata a guardare al proprio futuro, e inoltre perché, ancora una volta, gli organi preposti e le autorità competenti siano stati colti impreparati davanti agli eventi. Ci chiediamo se davvero il Governo, custode di una città, simbolo universale della stessa Italia, intenda aspettare inerte che si compia il destino».

(Ph Shutterstock)