«Ztl, la gestione di Sboarina non ha senso»

L’ex sindaco di Verona Tosi: «La apre e la chiude senza ratio e, chiudendo anche i parcheggi, manda la città i tilt│

L’ex sindaco di Verona Flavio Tosi attacca duramente il suo successore Federico Sboarina per la gestione della zona a traffico limitato. «È insensata e irrazionale – ha spiegato Tosi questa mattina in una conferenza stampa in Comune. assieme alla Capogruppo di Fare! Verona in Consiglio comunale Patrizia Bisinella e alla Presidente della Commissione della Prima Circoscrizione Luisa Sartori e a un gruppo di cittadini. «La Ztl andrebbe gestita in maniera sensata, invece Sboarina la apre e la chiude senza ratio con una gestione sconsiderata. Non vi permette l’accesso delle auto in situazioni emergenziali per il traffico – ha detto Tosi – vedi quando c’è stato il mega-cantiere a Veronetta, o in occasione degli eventi estivi al Teatro Romano, situazioni che mandano il quartiere di Veronetta in tilt e ostacolano le migliaia di veronesi che devono attraversare la città e hanno la zona di Ponte Pietra e via Interrato dell’Acqua Morta come unica via di accesso. Sboarina ha esteso gli orari di libera circolazione della Ztl solo per le Messe natalizie, che però non incidono sul traffico automobilistico».

«Sboarina ha tolto il parcheggio di Piazza Viviani per tutto il periodo natalizio – ha rincarato l’ex primo cittadino scaligero – creando forti disagi a cittadini e attività commerciali del centro. Ora la Segala vorrebbe pedonalizzare Piazza Fra’ Giovanni, vicino al parcheggio della Giarina, altra scelta che penalizzerà moltissimo i residenti di Veronetta. Tra gestione Ztl e chiusura parcheggi qui si manda la città in tilt».

Tags: ,