Ragazzini e alcol, blitz a Mestre: oltre 4mila euro di multa e bar chiuso

Trovata anche una ragazzina di 15 anni con drink in mano. La “soffiata” è arrivata dai residenti

Nuovo intervento della Polizia locale del Comune di Venezia, nella centralissima via Manin a Mestre, per contrastare il fenomeno dell’assunzione di alcol da parte di minorenni nei pubblici esercizi.

Nel tardo pomeriggio di ieri operatori in abiti civili del Nucleo operativo del Servizio Sicurezza urbana sono intervenuti, inizialmente con un servizio di osservazione, in un locale del centro su cui erano arrivate ripetute segnalazioni da parte dei residenti preoccupati per la possibile minore età dei giovani seduti sui tavolini del plateatico a bere alcolici.

Data la evidente giovanissima età di diversi avventori, gli operatori della Polizia locale hanno proceduto al controllo dei documenti dei ragazzi, sette dei quali, una ragazza di 15 anni e sei ragazzi di 17 che stavano bevendo spritz, birre e prosecchi, sono risultati minorenni.

Immediata la contestazione di sette verbali amministrativi al gestore, uno da 333,33 euro e sei da 666,66 euro, per un totale di circa 4300 euro. La Direzione Commercio del Comune avvierà inoltre a breve il procedimento per la sospensione dell’attività per tre mesi.

Solo qualche mese fa lo stesso Servizio Sicurezza urbana della Polizia locale era intervenuto in un altro pubblico esercizio, sempre in via Manin, dove venivano serviti a minorenni “shottini” alcolici; anche in quel caso era scattata la sospensione dell’attività per tre mesi.

(Ph Instagram)

Tags: ,