Valanghe assassine: un morto e un ferito gravissimo

Dopo la tragedia di ieri pomeriggio, in cui hanno perso la vita una donna e due bambine, un 28enne ha perso la vita sulle Dolomiti

Aveva 28 anni ed era originario di Tuenno (Trento) lo scialpinista che ha perso la vita questa mattina lungo lo
Scivolo Massari, poco sopra il rifugio Tuckett, sulle Dolomiti di Brenta. Stava salendo con ramponi e picozza e con gli sci sullo zaino lungo lo scivolo Massari insieme ad altre tre persone quando un distacco nevoso ha travolto due di loro trascinandoli a valle fino alla base del canalone senza seppellirli. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata poco dopo le 11. La salma del 28enne è stato portato in camera mortuaria a Madonna di Campiglio.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha sbarcato in quota il Tecnico di Elisoccorso, l’unità cinofila del Soccorso Alpino e l’equipe medica. In una successiva rotazione sono stati elitrasportati altri operatori delle Stazioni di Madonna di Campiglio e Pinzolo per dare supporto nelle operazioni di recupero. Per l’uomo non c’era ormai nulla da fare; dopo il nulla osta delle autorità la salma è stata trasportata fino a Madonna di Campiglio. La seconda persona travolta è stata stabilizzata ed elitrasportata all’ospedale Santa Chiara di Trento con politraumi, mentre le altre due persone illese sono state portate a valle. Non è stato necessario l’intervento delle altre unità cinofile del Soccorso Alpino, disponibili in piazzola.

(Ph Trentino Experience)