La Pinza della Befana: la ricetta originale

Un dolce tipico della tradizione che non può proprio mancare sulle nostre tavole. Ottima da gustare con un bicchiere di vin brulè

Pandoro o panettone, il dilemma che si ripresenta ogni anno durante le feste natalizie. Ma in Veneto è la pinza a farla da padrona!  Si tratta di un dolce dolce tipico della tradizione contadina, ottima da gustare con un bicchiere di vin brulè. Non può proprio mancare sulle vostre tavole soprattutto per l’Epifania. Ecco la ricetta pubblicata da Veneto Segreto.

Ingredienti:
· 400 gr farina di polenta gialla
· 600 gr farina 00
· 100 gr burro
· 150 gr zucchero
· 1 bustina di lievito
· 200 gr uva sultanina bagnata con rhum o marsala
· 100 gr di fichi secchi
· 100 gr di pinoli
· 2 mele
· semi di finocchio
· buccia di limone grattugiata (solo giallo)
· 2 uova
· 30 g. burro
· Un pizzico di sale
· 1 l. latte.

Mescolare bene le due farine, lo zucchero e la bustina di lievito. Sciogliere il burro nel latte bollente e aggiungerlo poco a poco sulle farine e mescolare facendo attenzione a non formare grumi. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, mescolare e fare riposare un’ora. Ungere una pirofila o uno stampo da forno. Riempire con l’impasto, ricoprire con fettine sottili di mela e cospargere il tutto con dello zucchero. Mettere in forno preriscaldato a 180°C per 1 ora e infine fare raffreddare prima di servire.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#pinzaveneta #dolce #befana #epifania #instafood #fichisecchi#uvapassa #semidifinocchio #dolcetipico #tradizione #casa #family #myfamily #nofilter

Un post condiviso da Stefania Modugno (@stefaniamodugno) in data: