La Fenice: il 2020 parte con La traviata

La programmazione lirica del nuovo anno inizia con l’amato classico di Verdi. La prima sabato 4

Pochi giorni dopo il ‘brindisi’ del Concerto di Capodanno, la programmazione lirica della Fenice ricomincerà nel 2020 con un nuovo ciclo di recite dello spettacolo divenuto ormai ‘simbolo’ del Teatro veneziano: La traviata di Giuseppe Verdi nell’allestimento con la regia di Robert Carsen e le scene e i costumi di Patrick Kinmonth. A dirigere la ripresa del capolavoro verdiano sarà Stefano Ranzani, alla testa dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice, con Claudio Marino Moretti maestro del Coro. La prima di sabato 4 gennaio 2020 ore 19.00 sarà seguita da sette repliche nei giorni 5, 18, 22, 24, 26, 28 e 29 gennaio 2020.

Melodramma in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave, La traviata è dei titoli più rappresentati nei teatri di tutto il mondo ma è anche un’opera legata a doppio filo al Teatro veneziano non solo perché andò in scena per la prima volta proprio qui, il 6 marzo 1853, ma anche perché fu questo titolo a inaugurare, nel novembre 2004, la prima stagione lirica della Fenice ricostruita. Ispirata al dramma in abiti contemporanei di Alexandre Dumas fils, presentato a Parigi nel 1852, La traviata sarà proposta in quell’incisivo allestimento – anch’esso in abiti contemporanei – del regista canadese Robert Carsen, con le scene e i costumi di Patrick Kinmonth, la coreografia di Philippe Giraudeau e le luci di Robert Carsen e Peter Van Praet: un allestimento che a distanza di più di dieci anni dal suo debutto, oltre a essere diventato un pezzo imprescindibile della programmazione della Fenice, è stato selezionato dal prestigioso sito francese Culturetrip.com tra i migliori dieci spettacoli d’opera al mondo, quale produzione d’eccellenza della stagione 2015-2016.

Il cast di questo nuovo ciclo di recite vedrà in scena, per le parti principali, un doppio cast composto dal soprano Maria Grazia Schiavo in alternanza con Francesca Sassu nel ruolo di Violetta Valéry, dal tenore Stefano Secco in alternanza con Alessandro Scotto di Luzio nel ruolo di Alfredo e dal baritono Simone Del Savio in alternanza con Armando Gabba in quello di Giorgio Germont. Completeranno la compagnia di canto Elisabetta Martorana (Flora Bervoix), Sabrina Vianello (Annina), Enrico Iviglia (Gastone), William Corrò (barone Douphol), Mattia Denti (dottor Grenvil) e Matteo Ferrara (marchese d’Obigny). Nei ruoli comprimari si alterneranno gli artisti del Coro Dionigi D’Ostuni e Domenico Altobelli (Giuseppe), Giampaolo Baldin e Emanuele Pedrini (domestico di Flora), Carlo Agostini e Luca Ludovici (commissionario).

La traviata sarà proposta nella versione definitiva del 1854, con sopratitoli in italiano e in inglese. Ecco il dettaglio delle recite: sabato 4 gennaio 2020 ore 19.00; domenica 5 gennaio ore 15.30; sabato 18 gennaio ore 19.00; mercoledì 22 gennaio ore 19.00; venerdì 24 gennaio ore 19.00; domenica 26 gennaio ore 15.30; martedì 28 gennaio ore 19.00 e mercoledì 29 gennaio ore 19.00. Le repliche del 22 e 29 gennaio fanno parte del progetto «La Fenice per la città» realizzato in collaborazione con la Municipalità di Venezia; mentre quelle del 5 e del 26 gennaio sono dedicate a «La Fenice per la città metropolitana», progetto promosso insieme alla Città Metropolitana di Venezia.

Tags: ,